community locale

Perchè è importante coinvolgere la community locale?

In questi mesi abbiamo parlato spesso di Local Marketing (uno dei pilastri fondamentali su cui si basa la PIO PROX), ma vi siete mai chiesti: perchè è importante creare delle strategie di local digital e coinvolgere la community locale. La maggior parte dei brand locali tuttavia non riesce a comprendere l’importanza del digitale. Nel 2016 Grey Illyes – Webmaster Trends Analyst di Google ha infatti dichiarato le seguenti stime dal palco della PubCon:

  • 56% in più delle ricerche con intento locale effettuate da mobile;
  • 18% delle ricerche mobile con intento locale portava all’acquisto entro lo stesso giorno a differenza del 7% delle ricerche no-local;
  • 4 consumatori su 5 vogliono ricevere annunci pubblicitari geolocalizzati;

LEGGI ANCHE: Proximity Marketing: un’ancora di salvezza per le impresi locali

community locale

Dati importanti in continua crescita che dovrebbero spingere le attività a lasciare il mono-canale e puntare ad una strategia di marketing mix. Eppure per i brand locali continua ad avere più valore una compagnia pubblicitaria per mezzo volantino (da cui non ottengono alcuna statistica) che una online. Con l’ottimizzazione delle risorse si ottengono vantaggi molto più concreti e competitivi, se si coinvolge la community locale.

PERCHÈ È IMPORTANTE COINVOLGERE LA COMMUNITY LOCALE?

Nel paragrafo precedente ho affermato che con il coinvolgimento della community locale i risultati saranno ancora più concreti. Eh già una strategia di marketing mix che riesce a coinvolgere la comunità locale è molto più efficiente di una strategia di general digital.

community locale

Per attirare l’attenzione degli individui che quotidianamente frequentano la zona di un’attività commerciale, esistono diverse modalità:

INIZIA A PROMUOVERTI A LIVELLO LOCALE CON IL PROXIMITY MARKETING DI PIO ALERT

 

  • PARTECIPAZIONE LOCALE – Gli eventi locali consentono di ottenere link in entrata da testate giornalistiche con connotazione locale, ed una local link building è importante per ottenere visibilità sui motori di ricerca. Quindi conviene sempre sfruttare al massimo la propria partecipazione agli eventi, divulgando la notizia attraverso le agenzie di stampa locale.

 

  • INCENTIVARE – Gli incentivi (buono sconto – gadget) vanno a rafforzare il legame con i clienti e consente di fidelizzarli. Un codice sconto consente infatti di trasformare il proprio negozio nel principale canale di fidelizzazione e di attrazione di nuovi utenti, dal momento che andrà a rafforzarsi anche il passaparola di persona in persona.

LEGGI ANCHE: Fidelity Program: Acquisire clienti a costo zero

  • AGGREGARE –  Per un’attività commerciale la creazione e l’utilizzo di un hashtag è importante sia per raccogliere informazioni relativi agli utenti che li utilizzano che per la SEO poichè le pagine generate da quel hashtag vengono indicizzate da Google. Inoltre la medesima Keyword può essere abbinata ad un social contest per coinvolgere gli utenti e tenere sotto controllo anche il Return of Investimets (ROI).

Questi step non rappresentano qualcosa di impossibile da porre in essere per farsi individuare a livello locale. L’individuazione locale è un’onda da cavalcare essendo un trend in forte crescita e lo stesso Google sta puntando molto su Google Adwords Express: la piattaforma dedicata alle piccole e medie imprese per la promozione con costi contenuti. Oltre a questa piattaforma di Google esiste anche il proximity marketing per potersi promuovere con innovazione presso i clienti.

8 pensieri su “Perchè è importante coinvolgere la community locale?

  1. Michele Russo ha detto:

    Mi piace molto il modo con cui affronti l’argomento perchè l’argomentazione è chiara e semplice. Concordo su tutto quello che hai detto e per esperienza posso dirti che il modo di pensare degli esercenti locale è limitata e preferiscono spendere 5000€ per un cartellone 3×3 piuttosto che spendere 1000€ per “innovarsi leggermente” e non cadere nel vortice del non ritorno. Per i 1000€ sono in crisi per tappezzare la città NO.

    1. Vincenza D'Elia ha detto:

      La mentalitá di alcuni commercianti é molto limitata perché sono convinti della loro posizione. Con questi commercianti bisogna fare una consulenza mettendo a confronto ciò che é della propria presenza commerciale e quel che sará con un’implementazione di un’innovativa strategia locale. Grazie per i complimenti.

  2. Roberto Cafaro ha detto:

    Ciao ho una domanda per te: tra la piattaforma di Google per le piccole e medie imprese (Google Adword Express) e servizi alternativi cosa sceglieresti per la tua attività commerciale?

    1. Vincenza D'Elia ha detto:

      Ciao Roberto…personalmente utilizzerei sia Google Adword Express che soluzioni alternative, ma dovendo scegliere tra le due cose punterei ad un servizio innovativo come il proximity ed il geo marketing poiché sfruttano un dispositivo mobile che abbiamo sempre tra le mani: lo smartphone

  3. Tutto molto bello, ma quanto viene a costare sto coinvolgimento della comunità locale?

    1. Vincenza D'Elia ha detto:

      Ciao Maria…il costo può essere anche nullo dal momento che questi semplici accorgimenti possono essere posti in essere direttamente dall’esercente se capace senza coinvolgere figure esterne. Al massimo può essere richiesto un piccolo contributo per la partecipazione all’evento o per la pubblicazione di un articolo.

  4. Luca Cardinale ha detto:

    Bel pezzo! Si parla di innovazione e coinvolgimento, ma in Italia la cultura tecnologica dove sta? Siamo la nazione europea più ignorante in materia

    1. Vincenza D'Elia ha detto:

      Nell’ultimo periodo anche il nostro Paese si sta muovendo con l’industria 4.0 ed altri provvedimenti per la digitalizzazione delle PMI. Purtroppo fin’ora molti hanno confuso la distinzione tra innovazione altamente tecnologica e tecnologia di consumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *