PAROLE BUONA SCRITTURA

RACCONTO O STORIA D’IMPRESA?

I siti delle aziende sono ormai tutti identici, e non trasmettono più nulla d’eccezionale all’utente. Le pagine “Chi siamo” sembrano ormai fabbricate in serie cambia solo la denominazione e la locazione dell’azienda. 

” Siamo nati [anno] e da [numero] anni siamo leader mondiali di [categoria d’attività]. Siamo un’azienda con sede in [via] che produce [nome prodotto/servizio] innovativi per il mercato perchè [mission]. Dal [anno] al [anno]…..” 

Stessa storia anche per la compilazione della biografia di ogni singolo individuo del team:

” Sono [NOME + COGNOME] – nato nel [anno] – e vivo nella città di [luogo]. Sono entrato nell’azienda dopo aver maturato esperienze precedenti presso [nome azienda] come [qualifica attività]…Il mio ruolo attuale all’interno dell’azienda è [specifica del ruolo] con la mansione di [specificare mansione]…” 

Secondo voi questa compilazione di moduli può generare interesse nell’utente che sta visionando le sessioni del vostro sito? In questo modo state raccontando la STORIA o il RACCONTO della vostra impresa? 

LEGGI ANCHE: PIO RISCUOTE SUCCESSO ANCHE A SMAU NAPOLI 2017

Questa è una storia e come ogni storia si tratta di un susseguirsi di fatti ed avvenimenti. Un insieme di cronologie che 7 volte su 10 non attirano l’attenzione perchè poco interessanti. Per scrivere una storia del genere serve soltanto una persona che sappia scrivere bene nella lingua scelta e che sappia collegare le varie situazioni a mo di Wikipedia (lo potreste fare anche da soli).

RACCONTO

Situazione diversa se le stesse cose le scriviamo sotto forma di racconto. A differenza della storia, il RACCONTO è più rischioso perchè bisogna dare un significato a ciò che vogliamo raccontare senza alterare gli avvenimenti.

” la nostra azienda è sempre in continua lotta contro il drago per raggiungere risultati soddisfacenti. Tutti i membri del team sono i protagonisti principali del nostro live show perchè siamo certi che saranno in grado di cambiare le cose in modo innovativo, senza preoccuparsi di vendere l’impossibile.” 

LEGGI ANCHE: GLI HASHTAG: UN INGREDIENTE FONDAMENTALE PER IL TUO SUCCESSO

Per la stesura di un buon racconto dobbiamo fare particolare attenzione alla strutturazione e all’utilizzo delle parole. Per quel che riguarda la struttura del corpo testo, dobbiamo cercare di farla girare attorno a tre elementi principali (protagonista – antagonista e vittoria), mentre le parole devono essere incisive e capaci di far rivivere le proprie avventure nella mente degli utenti, esaltandone magari anche le emozioni. Storia e racconto dunque non sono la stessa cosa! Lo si capisce anche dall’etimologia dei termini stessi.

RACCONTO

COSA SERVE ALLA NOSTRA AZIENDA?

Per distinguersi dalla monotonia dei soliti siti aziendali, la cosa da fare è creare una simulazione della realtà con un buon RACCONTO. Bisogna dunque cercare di raccontare fatti realmente accaduti con l’inserimento di elementi “finzionali”. La finzione attira sempre l’attenzione ed è per questo che deve essere utilizzata per non passare inosservati.

ATTENZIONE però a non capire male. I “racconti finzionali” non sono irreali o finti del tutto ed hanno anche delle ripercussioni psicologiche che porteranno gli utenti ad affezionarsi ed emularli, più o meno come avviene con gli slogan più belli che vengono poi adattati in varie situazioni.

Possiamo dunque concludere dicendo che i RACCONTI sono lo strumento migliore per veicolare il consumo ed il commercio dei propri prodotti, perchè ogni prodotto può raccontarci qualcosa di diverso con l’utilizzo di varie forme narrative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *